logomcp.gif (1712 byte)    


Rosset.it

 

3/3/2002


L'info di oggi: bit & Bytes - parte seconda
Trasferimento dati attraverso una connessione ad Internet a banda larga

Riassunto dell'articolo precedente. (oppure salta il riassunto)
Abbiamo parlato dalle unità di misura dell'informazione.
Un bit è l'unità di misura elementare dell'informazione; può assumere due soli valori: 0 oppure 1 Un Byte è composto da una stringa di 8 bit (per es. 01100100) e consente di contare fino a 256, in aritmetica binaria, fatta cioè di due sole cifre.
 
00000000 = 0   
00000001 = 1
00000010 = 2
00000011 = 3
00000100 = 4
00000101 = 5
00000110 = 6
................. ecc.
 
 Il byte è usato nella tabella ASCII nella quale i valori fino a 255 sono associati a corrispondenti caratteri o comandi. Per questo motivo spesso si usa dire  150 caratteri al posto di 150 bytes o viceversa.
La tabella ASCII serve per convertire e rappresentare in modo per noi comprensibile, un qualsiasi valore elaborato da un computer, fatto di zeri e uno.
 
1 Kb = si legge 1 chilobit = 1024 bit
1 KB = si legge 1 chilobait = 1024 bytes = 8192 bit (cioè 1024 x 8)
Come si può notare il termine K, in questo caso non vale 1000 come al solito bensì 1024 in quanto dovendo lavorare con le potenze di 2, quella più vicina al migliaio è appunto 1024 = 2^10
 
MegaByte: Mega è un prefisso che moltiplica per 10^6 (=1.000.000) ciò che lo segue ma, per il sistema binario, nei calcolatori, si moltiplica per 2^20 (=1.048.576) ,
per  esempio: 1 MB = (1024 kilobyte) = 1.048.576 byte (= 8.388.608 bit).
Attenzione alle maiuscole/minuscole: MB = Megabyte, Mb = Megabit.
 
Essendo due unità di misura dell'informazione, con i loro multipli, il bit e il byte vengono utilizzati per misurare la quantità di informazione trattata, sia per quanto riguarda la misura della capacità di immagazzinamento di informazione (memoria RAM, memoria disco ecc.) sia per misurare la quantità d'informazione scambiata.
 
Per misurare la velocità con cui l'informazione viene scambiata (per es. velocità dei modem) occorre rapportare la quantità di memoria scambiata all'unità di tempo.
Per questo nasce il bps, cioè il bit per secondo. Ad esempio un modem attuale ha una velocità nominale di 64 Kbps cioè 65536 bit per secondo. Una linea ADSL può ricevere dati ad una velocità nominale di 640kbps. E infine una linea di rete può scambiare dati a una velocità nominale di 10 Mbps (10.000.000 bps) o anche a 100 Mbps.
La velocità reale è mediamente il 60/70% c.a di quella nominale.

Vediamo oggi quando e come vengono utilizzate queste unità di misura in alcune circostanze.
 
Trasferimento dati attraverso una connessione ad Internet a banda larga.
 
Se si possiede una connessione ad Internet a banda larga (ADSL, T3, Fastweb, Netsystem ecc.)
si può, nella maggior parte dei casi, superare, anche di molto, le tipiche velocità ottenibili con un modem.
Se dobbiamo scaricare da internet un file molto grosso (parecchi Megabyte) per esempio un file audio o video, la connessione a banda larga abbrevia di 10 o 100 volte il tempo di scaricamento.
Quindi se con un modem erano previste alcune ore per fare il download, con una connessione a banda larga il tempo può ridursi a pochi minuti.
Ecco qui un esempio con Fastweb: la seguente è una finestra di download di Internet Explorer per un file di circa 70 MB:
Notate la velocità di trasferimento: la lettera B maiuscola di KB/sec
indica che la misura e' 437 chilobytes per secondo che , se espressa in Kbps (chilobit per secondo), equivarrebbe a circa 3.500 Kb/sec (437 x 8 = 3496, infatti un byte = 8 bit).
Se avessimo scaricato lo stesso file con una connessione modem le velocità in gioco potevano essere di quasi 100 volte più lente, cioè circa 4-9 KB/sec (chilobyte per secondo).
 
Nel corso del medesimo download ho voluto utilizzare un software di analisi delle connessioni internet, NetPerSec, prima con l'opzione di visualizzazione in Byte/sec e relativo multiplo KBps
Il grafico da osservare è quello in rosso e i valori in KBps sono al suo lato.
Si noti che la velocità media di trasferimento dei dati in ricezione (average) è 444 KBps, molto simile a quella dichiarata dalla normale finestra di download vista più sopra.
 
Poi, sempre durante lo stesso download, ho cambiato l'opzione di visualizzazione in bps
cioè bit per secondo e relativo multiplo Kbps:
La velocità media (average), questa volta, è mostrata come 3,5Mbps (megabit per secondo) quindi circa 3500 Kbps come risultava dal nostro semplice calcolo.
 

Download:          NetPerSec

Chi fosse interessato al programma freeware NetPerSec può scaricarlo qui oppure:

ExtremeTech

 

Per leggere i documenti in formato PDF occorre Acrobat Reader. Scaricalo qui

   Per richiesta informazioni su questo sito utilizzare il modulo contatti
                  Hit Counter