logomcp.gif (1712 byte)    


Rosset.it

NEWS

Virgilio MAPPE

TRADUTTORE multilingue

Oggi in TV

 

09/08/2002:  
            FURTO DI IDENTITÀ 
 
Vi potreste chiedere cosa vuol dire precisamente  la frase "furto di identità" .  Evoca immagini di cattivi chirurghi plastici, o qualcuno che, stando in piedi all'angolo della strada, grida: "Fermate quell'uomo--mi appena ha rubato la mia Identità! "  E, ironicamente, il poliziotto gli chiede "Chi sei? ".
 
Avviene un furto di identità quando qualcuno usa le nostre informazioni personali (di solito a nostra insaputa) per commettere frode o furto. È un 
problema che è esistito prima di Internet o del computer. Ma 
è probabile che computer e Internet facilitino i malintenzionati ad apprendere il nostro nome, indirizzo, data di nascita, codici di accesso, carta di credito, conto corrente o il numero di patente.
 
Ecco come lavorano i ladri d'identità:
  • Essi aprono una nuova carta di credito, usando il nome della vittima, i riferimenti ad altri rapporti di credito e il numero della carta d'identità. Quando usano la carta e non pagano i conti il malcapitato riceve gli addebiti.
  • Chiamano la società emittente della carta di credito e, fingendo di essere la loro vittima, richiedono il cambiamento dell'indirizzo a cui vengono spediti gli estratti-conto. Dopo che la richiesta viene esaudita non ci si accorge immediatamente che qualcosa non va.
  • Stabiliscono una nuova connessine cellulare sul nome della vittima.
  • Aprono un nuovo conto bancario a nome della vittima e operano su di esso emettendo assegni a vuoto.
  • Famoso, in Italia, il caso delle auto clonate, i cui addebiti e infrazioni varie venivano addebitate ad ignari cittadini.
Dalla cronaca:
L'anno scorso, un ex-studente ritirato dalle scuole superiori ed assunto come un autista di autobus fece parlare di se quando fu preso con uno schema per rubare milioni da persone ricche e famose come Steven Spielberg, Ross Perot, Oprah Winfrey e Ted Turner. La Polizia arrestò Abraham Abdallah, di 32 anni, in possesso di una pagina stracciata del Periodico Forbes con un articolo che elencava i 400 personaggi più ricchi, con marcati a fianco i numeri di sicurezza sociali, indirizzi di casa e data di nascita.  
 
Abdallah usò presumibilmente Internet per la sua ricerca, ed era 
capace ottenere rapporti di credito particolareggiati sulle sue vittime, ottenere l'accesso a 
carte di credito e operare su conti di agenzie di intermediazione mobiliare. La casa virtuale di Abdallah  cominciò a crollare quando la Merrill Lynch diffidò di una e-mail che richiedeva di trasferire 10 milioni di dollari.
 
Anche se non siete miliardari.
 
Qualcuno può approfittare della vostra identità per caricarvi di debiti. Per questo motivo occorre prendere alcune precauzioni, per non ritrovarsi oggetto di furti e raggiri e se non si vuole essere fra le 500.000 persone che sono vittime di furti di identità ogni anno. Ecco alcuni consigli preziosi:
  1. Non spedire MAI informazioni personali via e-mail, come numeri di carta di credito, di conto corrente, codici di accesso e password. Considerate la sicurezza di una e-mail alla stregua di una normale cartolina postale.
  2. Non rivelate la vostra password a nessuno. Quando un sito web vi chiede di registrarvi con login e password non usate le stesse che usate già per le identificazioni primarie (home banking, posta elettronica, previdenza sociale, carte di credito e bancomat).
  3. Nei profili on-line mettete lo stretto indispensabile. Rendete sicura la navigazione per i bambini.
  4. Quando si digita una password nei terminali Internet pubblici, allo sportello bancomat, nei POS dei supermercati, assicurarsi che nessuno allunghi lo sguardo per interpretare i dati digitati. Successivamente potrebbe servirsene in abbinamento ad una carta di credito rubata o clonata.
  5. Quando digitate dati riservati ad un terminale pubblico usate il metodo delle due dita: appoggiate sulla tastiera contemporaneamente due dita, ma solo una affonderà il tasto. In questo modo resta molto difficile, per chi vi spia, interpretare i codici riservati.
  6. Quando fate un acquisto on line verificate che l'indirizzo internet su cui state inviando dati riservati corrisponda ad una connessione sicura, cioè inizi per https anziché per http. Nel caso di connessione sicura (SSL) un lucchetto apparirà nella barra in basso alla finestra del browser.
  7. Non rispondete a messaggi che vi informano di essere destinatari di un premio se poi vi chiedono di fornire dati riservati (n.carta credito, n.carta identità ecc.) per procedere all'invio del premio.
  8. Abbiate cura dei vostri cellulari, PDA, laptop, quando siete in luoghi pubblici. Chi ve li rubasse potrebbe acquisire su di voi informazioni preziose che ingigantirebbero il danno del furto.
  9. Se vendete un pc o un hard disk verificate di cancellare a fondo i dati contenuti sul disco fisso. Eviterete che password e un numero incredibile di dati personali cadano in mano a sconosciuti privi di scrupoli. Per cancellare in modo definitivo i dati dal disco occorre utilizzare programmi di cancellazione specializzati, in grado di eliminare ogni traccia dei dati dal disco. Sono liberamente scaricabili da Internet dal sito Download.com cercando le categorie di software del tipo "file shredder" o "secure delete".
In caso di furto d'identità
 
Se pensate di essere rimasti vittima di un furto d'identità una veloce azione può minimizzare il danno che potreste subire. Ecco alcune cose da fare subito se perdete il portafoglio, il passaporto, il certificato di nascita o se vi rubano il palmare o il pc o se notate un'attività sospetta sulla vostra carta di credito.
  1. Denunciate immediatamente alla polizia i casi di furto o frode e fatevi rilasciare una copia della denunzia.
  2. Telefonate immediatamente alla vostra banca e avvisateli se la vostra carta di credito o altro documento siano stati compromessi.
  3. Chiedete, alla società di credito che ha rilasciato la vostra carta di credito, di tenere sotto vigilanza frode il vostro conto.
  4. Chiedete al vostro ufficio postale se è stata loro inoltrata una notifica di cambio indirizzo a vostro nome.
  5. Chiedete al vostro provider Internet il cambio della password per il vostro indirizzo di mail o cambiatelo da voi direttamente on line.

 

 
Per leggere i documenti in formato PDF occorre Acrobat Reader. Scaricalo qui

   Per richiesta informazioni su questo sito utilizzare il modulo contatti
                  Hit Counter