logomcp.gif (1712 byte)    


Rosset.it

NEWS

Virgilio MAPPE

TRADUTTORE multilingue

Oggi in TV

 


 16/11/2001
L'info di oggi riguarda l'articolo che potete leggere all'indirizzo:
http://punto-informatico.it/p.asp?i=38042
che vi riassumo brevemente.
Potrebbe capitarvi di ricevere una mail con "Help" nell'oggetto, niente nel corpo messaggio e un allegato di tipo .htm che se aperto infetterà il vostro PC con il pericoloso virus Haptime. Fortunatamente, ogni antivirus aggiornato dopo l'aprile di quest'anno e' in grado di fermarlo prima che faccia danni. Ma non volevo parlarvi del virus, che è già chiaramente inquadrato nell'articolo di cui sopra, ma di una situazione che, di fatto, favorisce il diffondersi di tutti i virus come questo. Il problema e' che molti non hanno un antivirus, pochi sanno come si aggiorna o dedicano un po' del loro tempo al problema e pochissimi aggiornano l'antivirus settimanalmente. Ancora più esiguo è il numero di persone che conoscono la differenza tra un aggiornamento delle impronte virali e un aggiornamento del motore antivirus, quando il loro antivirus prevede aggiornamenti distinti per queste cose.
Quindi siete sicuri di essere protetti?
Se la risposta è NO leggete il seguito di questa info.

Ecco per punti le cose da controllare:
1) Avere un antivirus installato e in funzione ad ogni avvio del PC
2) Che sia abilitata la scansione della posta
3) Che l'antivirus effettui periodicamente la scansione dei dischi fissi
4) L'aggiornamento non deve essere più vecchio di una settimana / 10 giorni. A questo proposito molti antivirus attivano periodicamente un promemoria. Non ignoratelo, aprite internet e lasciate che l'aggiornamento si completi. Riavviate sempre il PC dopo l'operazione.
5) Se l'antivirus è stato acquistato più di un anno fa o è di origine incerta può essere necessario aggiornare anche il motore antivirus e non solo le impronte virali. Altrimenti il software antivirus può non essere in grado di identificare e ripulire alcuni tipi di worm. Volendo fare un paragone con il mondo biologico le impronte virali sono come l'elenco dei DNA dei virus e il motore di scansione e' come un microscopio + il ricercatore che lo usa. Occorre che per alcuni virus il microscopio abbia la potenza necessaria e il ricercatore sia un tipo sveglio.
 
Spendete quindi un po' del vostro tempo nell'informarvi sul vostro antivirus.

Ipotizziamo il caso peggiore: l'antivirus non è adeguato.
Se non siete in grado di aggiornare l'antivirus proteggetevi almeno dalle e-mail palesemente infette.
1) Disabilitate l'anteprima automatica della posta (in Outlook Express nel menu Visualizza/ Layout si aprirà questa finestra:
 
Nella quale toglierete la spunta alla casella "visualizza riquadro di anteprima".). Questo impedisce di avviare automaticamente l'allegato html del virus Haptime, ad esempio. Avrete quindi modo di cancellare la mail con oggetto "Help" senza esserne infettati.
2) Disabilitate l'esecuzione automatica degli script di tipo VBS
Per questo andate sul desktop e fate click col pulsante destro del mouse sull'icona di Internet Explorer. Scegliete proprietà. Andate nel menù "Protezione", selezionate l'icona Internet e impostate un livello di protezione alto.
3) Osservate sempre con attenzione le e-mail che ricevete prima di aprirle. Quelle con allegati devono avere certi requisiti per essere considerate "amiche":
a) Deve esserci un mittente, meglio se conosciuto (ma non è una garanzia).
b) Deve esserci un oggetto che abbia un senso logico
c) Meglio se esiste qualcosa nel corpo del messaggio che abbia un senso logico
d) Se l'allegato e' un file di tipo Excel(.XLS) o Word (.DOC) o PowerPoint (.PPT) verificate, nelle opzioni di questi programmi, di aver attivato la protezione da virus MACRO.
e) Se l'allegato è un file di questi tipi:
_ _ _ _ _.eml
_ _ _ _ _.exe
_ _ _ _ _.vbs
_ _ _ _ _.com
_ _ _ _ _.htm
_ _ _ _ _.scr
 non apritelo senza esservi informati che il mittente abbia un antivirus aggiornato.
In nessun caso aprite quelli di tipo _ _ _ _ _.reg      Infatti questo tipo di file aggiorna direttamente il registro di Windows.
4) Bisognerebbe poter sempre individuare la vera estensione di ogni file allegato. Per questo motivo si apra "Risorse del computer" e nel menù "Strumenti" scegliere "Opzioni cartella" e poi "Visualizzazione" e infine, nell'elenco opzioni, togliere la spunta alla voce "Nascondi le estensioni dei file per i tipi di file conosciuti".
Seguendo queste precauzioni avrete maggiori possibilità di cavarvela in caso di ingresso virus.

 

Per leggere i documenti in formato PDF occorre Acrobat Reader. Scaricalo qui

   Per richiesta informazioni su questo sito utilizzare il modulo contatti
                  Hit Counter